Vai al contenuto della pagina

Elisoccorso

Elicottero

Cos’è l’elisoccorso
Il Servizio sanitario di emergenza con elicottero (HEMS) è il servizio realizzato dall’AREUS con il fine di soccorrere chiunque abbia necessità di un intervento che assicuri al malato l’accesso tempestivo alle procedure sanitarie più appropriate grazie alla stabilizzazione del paziente critico nella sede dell’evento e al successivo trasporto - in condizioni di piena sicurezza – nell’ospedale più idoneo a trattare la specifica patologia.

Il Servizio permette di abbattere i tempi di trasporto dei malati e di migliorare la qualità dell'assistenza, soprattutto per le patologie tempo dipendenti come l'infarto del miocardio, l'ictus ed il trauma maggiore, dove l'efficacia delle cure è legata indissolubilmente alla rapidità dell'intervento.

L'elisoccorso inoltre garantisce equità di accesso e ottimizzazione dell'assistenza sanitaria anche a pazienti critici residenti in aree isolate o comunque caratterizzate da lunghi tempi di percorrenza con altri mezzi di trasporto, come nel caso degli abitanti delle zone interne e delle isole minori.

Organizzazione dell’elisoccorso
In Sardegna il Servizio copre l'intero territorio regionale nei 365 giorni dell’anno e per 24 ore al giorno attraverso tre elicotteri destinati esclusivamente al servizio stesso presenti nelle basi di Olbia, Cagliari-Elmas e Alghero. A tal fine l’AREUS ha ottenuto l’uso in concessione degli hangar e dei locali operativi presso gli aeroporti di Olbia, Elmas e Alghero, necessari per l'operatività del Servizio.

Il Servizio è organizzato attraverso 3 moderni elicotteri: due EC 145-T2 dislocati nelle basi di Alghero e di Cagliari-Elmas sono operativi alba/tramonto (fino ad un massimo di 12 ore diurne) mentre l’elicottero AW 139 di stanza a Olbia è attivo h24, per il volo diurno e notturno.

Tutti gli elicotteri sono dotati delle più moderne apparecchiature sanitarie utilizzate di norma nell’emergenza quali elettrocardiografo, monitor-defibrillatori con trasmissione elettrocardiogramma (12 deriv.), ventilatori polmonari automatici, pompe a siringa, termoculla, materiali necessari per il soccorso di politraumatizzati e barelle verricellabili.

Il servizio di elisoccorso fa parte della rete dell'Emergenza-urgenza territoriale e viene attivato dalle Centrali Operative del 118 di Sassari e Cagliari a integrazione del sistema di soccorso a terra con ambulanze.
Un sistema di monitoraggio, presente in entrambe le Centrali operative del 118, permette di localizzare in tempo reale gli aeromobili, anche in volo. Pertanto tutti gli l’elicotteri potranno levarsi in volo su indicazione di ambedue le Centrali che potranno organizzare l’intervento con consapevolezza in ogni momento della posizione e dello stato dell’aeromobile, rispondendo in modo ottimale alle esigenze di servizio.
Il servizio di elisoccorso attualmente dipende funzionalmente dall’AREUS. I Responsabili delle centrali operative del 118 di Sassari e Cagliari sono rispettivamente: la dott.ssa Daniela Mura e il dott. Giovanni Maria Fois. I referenti di elibase, medico e infermiere, sono: per Olbia il dott. Andrea Balata ed il dott. Davide Peironi; per Cagliari il dott. Giancarlo Pinna e il dott. Giulio Oppes, per Alghero il dott. Marco Vidili e il dott. Davide Sanna.

Tipologia di interventi di elisoccorso
1) Il Servizio sanitario di emergenza con elicottero (HEMS) facilita l'assistenza sanitaria di emergenza direttamente sulla scena dell'evento e garantisce il successivo trasporto del malato all'ospedale più idoneo (trasporto primario).
2) Il servizio di ricerca e salvataggio con elicottero (SAR) è finalizzato all'immediata assistenza a persone minacciate da grave pericolo che necessitino di intervento di salvataggio in ambiente ostile. Per questa tipologia di missione l'equipaggio è integrato con ulteriori professionalità necessarie per il buon esito dell'intervento, quali gli uomini del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) - sempre presenti a bordo - e anche attraverso accordi con altre istituzioni come i Vigili del Fuoco e la Protezione civile.
3) Il Servizio di eliambulanza (HAA) o trasporto secondario urgente assicura il trasporto di malati tra un ospedale e l'altro con volo normalmente pianificato in anticipo. Esso può avvenire fra ospedali della Sardegna e con ospedali fuori Regione. Il servizio può essere impiegato anche per il trasferimento di neonati a rischio posti in incubatrice o di donne gravide con l'ausilio, se necessario, del neonatologo o di un ostetrico. Inoltre, in situazioni di emergenza, si potrà ricorrere al servizio di eliambulanza anche per il trasporto sia dell'équipe per il prelievo o trapianto di organi sia del paziente ricevente, il trasporto urgente di sangue, plasma e loro derivati e il soccorso e trasporto in occasione di emergenze di massa (maxiemergenze).il trasporto di antidoti rari.

L’equipaggio
L'equipaggio di missione, oltre alla componente aeronautica, formata da pilota e copilota nel volo notturno, è affiancato dalla componente tecnica, fornita dal Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), e dalla componente sanitaria con medici e infermieri di comprovata esperienza che hanno seguito un articolato percorso di formazione oltre che un tecnico di volo abilitato all’uso del verricello.

Il personale sanitario reclutato è stato selezionato sulla base del possesso dei titoli richiesti nel bando, oltre che sulla valutazione della predisposizione al volo e verifica dei criteri psico-fisici in capo ai candidati.
La formazione del personale sanitario prevedeva una fase iniziale destinata al percorso clinico-assistenziale relativo alla gestione del malato critico (dai corsi base a quelli avanzati, compresa la Gestione avanzata delle emergenze pediatriche e la Gestione delle Maxiemergenze). Ad essa è seguito il modulo HEMS con l'affiancamento del personale del CNSAS che ha previsto anche la formazione inerente conoscenze di base di Teoria Aeronautica (normativa, sicurezza e meteorologia) e formazione teorico-pratica alpinistica che comprende un modulo per la gestione degli scenari sanitari in ambiente impervio.

Il corso si è concluso con l'addestramento pratico dell'elisoccorritore sullo specifico vettore in uso messo a disposizione dalla società Airgreen vincitrice della gara.

Elisoccorso. Report Lug.-Ago. 2018

Brochure Elisoccorso agg. 1-9-18

Torna su